Erasmus Student Network (ESN) è un'associazione studentesca senza scopo di lucro che promuove e favorisce la mobilità studentesca in ambito universitario, presente in oltre 520 università europee in 42 diversi paesi e conta oltre 200.000 studenti membri. 

Erasmus Student Network Italia, che ha tra i suoi scopi principali quello della promozione della cittadinanza attiva, ricorda a tutti i cittadini italiani temporaneamente residenti all’estero che anche loro potranno esercitare il diritto di voto nel Referendum Costituzionale del 29 marzo 2020, in vista del Referendum costituzionale,  anche loro potranno esercitare il diritto di voto.  

Il Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali del Ministero dell’Interno italiano indica le modalità: l'opzione di voto per corrispondenza degli elettori temporaneamente all'estero dovrà pervenire direttamente al comune d'iscrizione nelle liste elettorali entro il 26 febbraio, in tempo utile per l'immediata comunicazione al Ministero dell'interno. La dichiarazione di opzione dovrà giungere al comune per posta, telefax, posta elettronica anche non certificata, oppure potrà essere recapitata a mano anche da persona diversa dall'interessato. Inoltre, essa dovrà essere redatta su carta libera e corredata di copia di un documento d'identità valido dell'elettore, contenente l'indirizzo postale estero cui va inviato il plico elettorale ed una dichiarazione attestante il possesso dei requisiti di cui al comma 1 del citato art. 4-bis, resa ai sensi degli articoli 46 e 47 del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445.  

Sul sito del Ministero, alla relativa pagina, è possibile consultare e scaricare l'apposito modello di opzione, che può essere utilizzato dagli elettori temporaneamente residenti all'estero che intendono esprimere il voto per corrispondenza. 

Il coinvolgimento di ESN Italia su temi come la cittadinanza attiva continua ininterrottamente dal 2014, quando, per la prima volta, si schierò per richiamare l'attenzione delle istituzioni e dell'opinione pubblica sulla "Generazione Erasmus" e il problema legato all'oggettiva difficoltà di molti studenti italiani impegnati in un progetto di mobilità internazionale di potersi recare presso il proprio seggio elettorale. La campagna #GenerazioneSenzaVoto prese vita giovedí 13 novembre 2014 presso la Camera dei Deputati, con la conferenza "Dall’Europa agli europei. Verso una cittadinanza attiva", nel corso della quale venne ufficialmente dato inizio alla raccolta di 50.000 firme alla presenza di relatori illustri. Due anni dopo, il 17 Aprile 2016, al Referendum sulle Trivelle, la #GenerazioneErasmus vinse la sfida, dando così, ufficialmente, la possibilità di esercitare il proprio diritto di voto a tutti gli studenti in mobilità  seppur domiciliati in un Paese estero. 

Nel 2019, invece, venne annunciata ufficialmente la collaborazione tra Erasmus Student Network Italia e l’ufficio del Parlamento Europeo in Italia a sostegno della campagna StavoltaVoto.eu nel nostro paese. La campagna consisteva in attività di promozione del voto sia degli studenti stranieri in Italia che degli italiani all’estero, tramite l’utilizzo di diverse forme di comunicazione, che si sono tradotte in promozione sui canali social e campagne offline e nella produzione di un video nel quale i protagonisti erano proprio  gli studenti Erasmus. 

 

CONTATTI:

Ufficio stampa ESN Italy: 

Alessandra Palmulli 

Web and Communication Manager ESN Italy

comunicazione@esn.it